italia

Stranieri in Italia sono ceto medio

Questo posto é stato letto 1251 volte!

Gli stranieri in Italia diventano sempre più ‘ceto medio’

Secondo un rapporto del Censis, in Italia gli immigrati inseguono una traiettoria verso la condizione di ceto medio. Il nostro Paese, quindi, offre più possibilità rispetto alle situazioni di concentrazione etnica e disagio sociale che caratterizzano quelle realtà all’estero.

Tra il 2008 e il 2014, sottolinea l’istituto, i titolari d’impresa stranieri sono aumentati del 31,5%, mentre le aziende guidate da italiani diminuivano del 10,6%. Questo dipende anche dal fatto che il 44% degli italiani ritiene che è cittadino italiano chi nasce sul suolo italiano, per il 33% chi vive in Italia per un certo periodo di tempo minimo, per il 19% chi ha genitori italiani.

Il diritto di cittadinanza agli immigrati acquisito automaticamente con la nascita in un territorio, quindi, è il criterio privilegiato.

L’integrazione passa anche attraverso il cibo: tra gli stranieri che vivono in Italia, 9 su 10 pensano che il cibo rappresenta un elemento in grado di facilitare l’incontro tra le persone e le culture.

La cucina italiana entra dentro le mura domestiche delle famiglie straniere e convive con le ricette del Paese d’origine, a volte integrandole, a volte trasformandole in qualcosa di diverso attraverso accostamenti originali di sapori e ingredienti. Tra chi sa cucinare (il 74,9% degli stranieri in Italia), la maggior parte dichiara di essere in grado di preparare piatti e ricette italiane.

PAELLA SPAGNOLA